Follow Us

Segui Guido Gobino anche sui tuoi social network preferiti
         

La storia: 50 anni di tradizioni di famiglia

“L’uma sempre fait parej” L’abbiamo sempre fatto così

Il mondo del cioccolato: una tradizione di famiglia

Nel 1964 Giuseppe Gobino, padre di Guido, grazie all’esperienza acquisita fin dal 1950 nella raffinazione del cacao, fa il suo ingresso come responsabile di produzione in quella che al tempo era una piccola Fabbrica di Cioccolato e Caramelle prevalentemente conto terzi, sita in Via Cagliari. Diventa unico titolare della Fabbrica nel 1980 e, da quel momento, anche grazie all’arrivo di Guido in azienda, si avvia un profondo processo di specializzazione e ricerca nel settore del cioccolato, privilegiando i prodotti tipici torinesi quali il Giandujotto, la crema Gianduja da spalmare e il Cioccolato con Nocciola. Intorno all’inizio degli anni 90, viene avviata un’importante ristrutturazione dei processi produttivi, seppur nel rispetto delle antiche ricette torinesi.

In questi anni inizia la vera avventura imprenditoriale di Guido Gobino che lo porta in breve tempo ad inventare nuovi prodotti, valorizzando allo stesso tempo i cioccolatini più legati alla tradizione del territorio.

Nasce così alla fine degli anni ’90 il progetto “Laboratorio Artigianale del Giandujotto” volto a promuovere la produzione artigianale del giandujotto attraverso lo storico metodo dell’estrusione. Questo metodo, che consente la creazione di ogni cioccolatino senza l’uso di stampi, è tipico dell’antica tradizione cioccolatiera torinese e permette la creazione di cioccolatini tanto cremosi nella consistenza quanto unici e irregolari.

Nel 1996 nasce il primo marchio istituzionale “Selezione Guido Gobino”, destinato sin da subito a rappresentare i prodotti oggi parte dei simboli dell’azienda: il Giandujottino Tourinot® e il Tourinot Maximo®

Nel 2003 il negozio di Via Cagliari, situato sopra il Laboratorio di produzione, viene completamente rinnovato e l’immagine di Guido Gobino inizia a consolidarsi all’insegna dell’innovazione e del design, distinguendosi per l’alta qualità delle materie prime e per l’unicità dei prodotti.

Nel corso dei Giochi Olimpici Invernali del 2006, Guido Gobino ottiene la qualifica di “Ambasciatore di Torino”, insieme ad altri 80 rappresentanti del mondo dell’impresa e della cultura piemontese.

Nel 2007, Guido Gobino apre la Bottega in Via Lagrange 1/A, proprio nella zona più centrale e monumentale della città di Torino.

Nel 2008 il Cremino al Sale e Olio Extra Vergine di Oliva ottiene il riconoscimento come “Miglior pralina del mondo” assegnato dalla “Academy of chocolate” di Londra.

Gli anni che vanno dal 2009 al 2014 sono anni di menzioni d’onore (come i vari Premi “Tavoletta d’oro” e il nuovo premio dell’Academy of Chocolate nel 2011) e di importanti ampliamenti della struttura aziendale (il Nuovo Reparto di Tostatura del cacao e delle nocciole nel 2011 e il nuovo Piano dedicato alla Ricerca e Sviluppo e alla Didattica del cioccolato nel 2014).

Contemporaneamente, in questi ultimi anni, sono anche stati inaugurati nuovi punti vendita: nel 2011, viene inaugurata la prima Bottega milanese, in Corso Garibaldi 39; nel 2014 viene aperto il punto vendita e degustazione disegnato da Pininfarina presso l’Aeroporto di Caselle e, nel 2016, viene aperta la nuova location torinese nella storica sede di Platti, sita in Corso Vittorio Emanuele II, 72.